Installare un impianto elettrico

Alcuni consigli per calcolare le spese

Installare un impianto elettrico per i non esperti spesso non è un’impresa facile. Tuttavia, quando 

stiamo per ristrutturare un appartamento o per costruire un’abitazione completamente nuova, 

l’impianto elettrico è una delle necessità di base che dobbiamo includere nel calcolo delle spese

In questo breve articolo proveremo a guidare i nostri lettori nella compilazione del budget da 

allocare per l’installazione di un impianto elettrico sicuro ed affidabile al 100%.

 

Prima di tutto, è bene specificare che il modo migliore per ottenere sempre una stima affidabile è 

confrontare i preventivi di più professionisti.

In seguito, non dimenticare di contare tutti i punti luce. In particolare,

per “punto luce” si intende un qualsiasi punto in cui è presente l’erogazione di energia elettrica: si 

tratta quindi di interruttori, prese elettriche, lampadari, lampadine, invertitori, deviatori e così via. Il 

numero dei cosiddetti punti luce è utile per calcolare l’approssimativo costo della realizzazione 

dell’impianto. Ad esempio, se in un locale abbiamo tre prese elettriche, due lampadine e due 

interruttori, dobbiamo contare sette punti luce. Inoltre, se si prevede un rinnovamento dell’impianto 

già esistente, bisogna semplicemente contare tutti i punti luce – prestate attenzione anche 

all’antenna TV!. Se si progetta l’installazione di un impianto nuovo, invece, bisogna prevedere il 

numero dei punti luce che andremo ad installare.

 

In un secondo momento, consigliamo ai nostri lettori di fare una prima stima.

Per ottenere una cifra approssimativa, dobbiamo moltiplicare il numero dei punti luce con il costo in 

euro: si parte dai 45 € e si può arrivare fino a 55 € per punto luce. Se abbiamo una casa con 50 punti 

luce, il nostro calcolo dovrà necessariamente essere: 50 x 50 € = 2.500 €

La cifra indicativa prevede l’installazione di tutto l’impianto (IVA esclusa), compresa l’esecuzione 

del lavoro, ma non comprende lavori ulteriori.

 

In ogni caso, non dimenticate di tenere d’occhio la spesa. Il costo, infatti, può oscillare anche a 

causa del prezzo delle placche e degli interruttori. Se abbiamo il modo di prevedere che tipo di 

placche siano necessarie per la nostra casa, dobbiamo assolutamente dare un’occhiata al prezzo: le 

più economiche partono da 1 € e le più costose possono arrivare anche a 40 €. I costi naturalmente 

dipendono dal materiale e dalla marca. In alcuni casi possono aggiungere una cifra considerevole al 

nostro calcolo approssimativo.

 

Dopodiché, richiedete un preventivo. Il calcolo “fai da te” è molto utile e può darci un’idea di 

quanti euro dovremo mettere da parte: tuttavia, è sempre meglio richiedere più preventivi, in 

modo da scegliere la soluzione più adatta alle vostre esigenze.

Add Comment